La proteina plasmatica fosforilata tau181 come biomarker la malattia di Alzheimer

Più di 50 milioni di persone in tutto il mondo sono affette da demenza e il costo delle cure ha raggiunto 1 trilione di dollari americani nel 2018.

 

 

 

 

 

Valutazione del valore predittivo di video registrato con lo smartphone in pazienti ambulatoriali per la diagnosi delle crisi epilettiche

L’epilessia è una patologia con un alto peso a livello mondiale. La diagnosi è clinica, basata sul racconto di eventi con testimoni ed esami di laboratorio.

 

 

 

 

 

Prevalenza, perditori e prognosi di stenosi intracraniche sintomatiche in pazienti con attacco ischemico transitorio o ictus minore

Le stenosi aterosclerotiche intracraniche delle maggiori arterie cerebrali sono una causa comune di ictus ischemico.

 

 

 

 

 

Prognosi per pazienti con dissociazione cognitiva motoria identificati con un’interfaccia computer-cervello

Nella scorsa decade sono stati fatti molti sforzi per individuare una funzione cerebrale residua in pazienti con disordini della coscienza come lo stato vegetativo (SV) e lo stato di minima coscienza (SMC).

 

 

 

 

 

La medicazione dopaminergica riduce la sensibilità striatale a outcome negativi nella malattia di Parkinson

L’apprendimento attraverso prove ed errori è un meccanismo adattativo chiave del comportamento.

 

 

 

 

 

Associazione tra il livello di svantaggio del vicinato e il volume cerebrale e ippocampale

La malattia di Alzheimer e la demenza vascolare sono le più comuni forme di deficit cognitivo correlato all’età negli Stati Uniti e sono tra i principali fattori associati a morbilità, mortalità e spese del sistema sanitario.

 

 

 

 

 

Deficitaria inibizione automatica, ma intatta inibizione volitiva nel disordine primario da tic

La caratteristica che definisce i tic è che possono essere transitoriamente soppressi da uno sforzo volontario e a livello comportamentale questo ha condotto al concetto che i tic siano il risultato di un fallimento dell’inibizione.

 

 

 

 

 

Dinamiche di recupero dallo stato di incoscienza indotto dall’anestesia a livello della neocorteccia in primati

Come il nostro cervello recuperi dopo l’anestesia generale è scarsamente compreso. Problemi neurocognitivi postoperatori affliggono pazienti di tutte le età sottoposti a chirurgia e sono associati a un aumento globale della morbilità e mortalità.

 

 

 

 

 

Evidenza del sistema nervoso centrale come bersaglio del virus COVID-19: distribuzione tissutale, interazione ospite-virus e ipotizzati meccanismi neurotropici

I primi resoconti di un’infezione virale hanno attirato l’attenzione alla fine di dicembre 2019 a Wuhan, la capitale di Hubei, Cina.

 

 

 

 

 

La traiettoria cognitiva nel deficit cognitivo lieve dovuto alla taupatia primaria legata all’età

La taupatia primaria legata all’età (Primary age-related tauopathy – PART), una categoria neuropatologica recentemente definita, è sempre più riconosciuta dalle comunità medica e scientifica come distinta dalla malattia di Alzheimer.

 

 

 

 

 

Efficacia e sicurezza a lungo termine della stimolazione a circuito chiuso del midollo spinale per il trattamento del dolore cronico di schiena e arti inferiori.

La stimolazione del midollo spinale per il controllo del dolore fu iniziata dopo la pubblicazione nel 1965 della teoria del controllo a cancello del dolore.

 

 

 

 

 

ARCHIVI
Top