Quello che ho imparato…

E’ stata una settimana intensa, è oltre mezzanotte, sono successe tante cose. Diversissime tra loro.
Ognuna di questa ha lasciato uno strascico, un pensiero che ancora non formulato.
Ci sono però dei semini per ogni pensiero, per ogni cosa che si è mossa dentro di me questa settimana.
Voglio lasciarli qui, legate alle parole di qualcun altro più bravo di me.

La poesia, si sa, non è di chi la scrive, ma di chi la usa.

Number 1: Imparare la pazienza richiede una pratica infinita.
Number 2: Solo perché qualcuno non ti ama come tu vorresti, non significa che non ti ami con tutto te stesso.
Number 3: Ogni volta che impariamo qualcosa di nuovo, noi stessi diventiamo qualcosa di nuovo (Grazie Fabiano, perché “mi impara” ogni giorno una cosa nuova).
Number 4: Le scelte devono riflettere le speranze, non le paure.
Number 5: Sono più le cose che ci spaventano che quelle che fanno effettivamente male, e siamo travagliati più per le apparenze che per i fatti reali.
Number 6: Si è sempre in naturale antagonismo con i genitori e in simpatia con i propri nonni.
Number 7: Segui sempre tutto, prova quel che ti pare congruo, il resto vien da sé. Non sei tu a scegliere.
Number 8: Trova un lavoro che ti piaccia ed avrai cinque giorni in più per ogni settimana.
Number 9: Non considerare la tua laurea come il certificato per una bella vita. Consideralo come il biglietto per cambiare il mondo.
Number 10: Quando sei nato tu piangevi e tutti intorno a te ridevano. Vivi in modo che quando morirai, tu sia l’unico che ride e tutti intorno a te piangano.

Buon week end!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *