Quando tutto quadra

Questa settimana più volte, tornando a casa da lavoro, ho sentito la sensazione che tutto nella mia vita quadrasse.

Mentre camminavo, annusavo l’aria, un passo dopo l’altro mi godevo le lucine di Torino da ogni scorcio, sorridevo tra me e me senza un pensiero particolare nella testa, se non quello di sentirmi…in quadro. Quella strana percezione di allineamento a me stessa e alla mia esistenza, di equilibrio, di flusso, di leggerezza.

Avevo quasi la tentazione di pensare che tutto andasse bene, ed era per questo che mi sentivo così in assetto verso me stessa.

Invece no. Non era perché tutto intorno a me girava perfettamente..ma era perché io mi sentivo così a mio agio e serena in compagnia di me stessa che mi sentivo in grado di affrontare tutto con serenità.

Finalmente il mio assestamento a Torino, le passeggiate con Romolo al parco in attesa dei colori dell’autunno, la routine al lavoro, i progetti da realizzare, le nuove idee da implementare.

Positiva, fiduciosa, zen. Oh yess!

La vita non smette mai di sorprendermi. Ti sorride se le sorridi, niente da fare!!!

Poi sono scesa per il weekend giù in Puglia. Ho messo fuori il piede dalla macchina e l’odore della campagna, della salsedine e origano nell’aria, mi ha fatto ricordare che l’altra mia metà del cuore è qui.

E adesso sono nel letto, a pensare che il trucco non è scegliere, non è misurare. Il trucco è pensarsi qui e lì, a godersi famiglia qui e colleghi lì, il mare qui il rumore del Po lì.

Non devo appartenere per forza ad un solo posto. Me lo devo ricordare. Di non inquadrettare, di non etichettare, di non dover misurare o scegliere chi e cosa mi piace di più. Chissà perché lo facciamo, scegliere, forse sembra più facile se si sceglie, se ci si schiera..e invece, meno cornici mettiamo, meno definizioni mettiamo, più tutto sembra aver maggior chiarezza.

Tutto mi rende completa. Il sentirmi di appartenere a tutto..mi rende completa.

Meno cornici ci sono.. più tutto quadra.

Più appartieni all’infinito.. più tu diventi della stessa sostanza dei sogni 🙂

Non so come spiegarvelo, mi sto addormentando, ma un giorno ve lo dirò.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *