fbpx

Quando la zanzara non ti fa dormire: rimedi.

Piccole, rumorose e fastidiose per definizione: le zanzare riescono a rovinare i nostri pisolini estivi sull’amaca, i nostri aperitivi con vista tramonto sul mare, le nostre passeggiate in campagna a guardare le stelle.

E’ finalmente il periodo dell’anno in cui possiamo stare in giardino, dormire con le finestre aperte, annusare l’odore dell’aria dell’estate; eppure ci sono loro a guastare la festa e la nostra voglia di godercela en plein air.
Noi di MENS CPZ abbiamo spulciato per voi dei rimedi del tutto naturali per tenere lontane la scomoda compagnia estiva.

1) Iniziamo dal Caffè.
Non tutti sanno che il caffè è un ottimo alleato per la lotta alle zanzare. L’odore della nostra amata bevanda è infatti un repellente per questi insetti che fuggono via infastiditi.
E’ l’Environmental Protection Agency americana, infatti, che ha confermato le naturali capacità repellenti del caffè che riescono a tenere lontani gli insetti, dalle zanzare alle vespe.
Dopo aver gustato una bella tazza di caffè, riciclate il fondo della moka in una ciotola e quando è completamente secco bruciatelo come l’incenso. Stessa cosa vale per il caffè in polvere. Voi adorerete l’odore del caffè tostato; le zanzare scapperanno a zampe levate.
Potreste usare anche un nebulizzatore con il caffè liquido e spruzzarlo nei punti più infestati della casa o del giardino, oppure vicino a finestre e davanzali, così non entreranno in casa.

2) Sapete cosa è la “catambra“? E’ una bellissima pianta anti-zanzare che potreste piantare nel vostro giardino. E’ alta poco più di tre metri; ha delle meravigliose foglie a forma di cuore, di colore verde brillante ricche di catalpolo, una sostanza naturale dall’odore pungente ad effetto repellenteefficacissimo contro tutte le zanzare compresa la tanto temuta zanzara tigre.
Tra le piante antizanzare figurano anche la menta, il basilico e la lavanda che a noi umani piacciono davvero tanto.

3) Il limone. Lui è sempre utilissimo, oltre che buonissimo e profumatissimo.
Tagliate qualche fettina di limone e cospargetela di aceto bianco. Mettete tutto in diverse ciotoline in giardino e non avrete più ronzii attorno.

4) Cipolla e chiodi di garofano. Tritate della cipolla e infilate nella polpa qualche chiodo di garofano: la combinazione di odori terrà a debita distanza gli ospiti non graditi d’estate.
Ovviamente, qualcosa ci suggerisce che preferirete utilizzare questa soluzione più in giardino che in casa.

5) L’aglio. Evviva gli odori forti, dunque!
Piantate in giardino, in veranda o sul balcone generose quantità di aglio. E non dovrete temere né l’invasione delle zanzare, né quella dei vampiri.

6) I pipistrelli. Questi oscuri e tenebrosi animaletti notturni sono i primi predatori delle zanzare.
Se non avete paura di questi simpaticissimi volatili, potreste costruire per loro una casetta in una zona poco illuminata del giardino e posizionarla a circa 4 metri da terra. Loro saranno ghiotti e sazi, voi finalmente liberi di godervi l’amaca o il dondolo in veranda.

7) Dato che le zanzare sono sensibili agli odori, non possiamo non citare gli olii essenziali che si dimostrano particolarmente sgraditi a questa specie, come la lavanda, il limone, il Tea-Tree oil, la citronella, l’olio di Neem, la menta piperita e il geranio. Ne bastano poche gocce per avere il massimo dell’effetto.
Potete diluirne un paio e versarli in vasi da posizionare vicino alle finestre; per spargerli sulla pelle, invece, potreste miscelarne qualche goccia con olii emollienti che facciano da base. E avrete un’ottima crema anti-zanzare.

Questi i nostri consigli. Godetevi al meglio le serate dal sapore di vacanza, di bel tempo e di libertà. E dormite bene.
Dallo studio medico MENS CPZ, ancora buone vacanze!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *