fbpx

Sindrome da apnee ostruttive del sonno:

Siamo in estate, ma non va in vacanza la nostra voglia di tornare a parlare dell’importanza di un buon sonno e di quanto dormire bene incida sulla nostra qualità della vita.
Parliamo oggi di un problema molto comune ma non abbastanza conosciuto, la Sindrome delle Apnee Ostruttive nel Sonno (Obstructive Sleep Apnea Syndrome = OSAS).
La sindrome delle apnee ostruttive nel sonno è caratterizzata da sonnolenza diurna, alterazioni delle prestazioni diurne e russamento notturno.
Si tratta di una patologia correlata all’ostruzione ripetitiva, parziale o completa, delle prime vie aeree a livello della faringe. Purtroppo si tratta di un disturbo largamente sotto diagnosticato sia per la poca informazione a riguardo che per una sintomatologia molto aspecifica.
Per apnea notturna si intende l’arresto involontario completo (apnea) o parziale (ipopnea) del flusso d’aria nelle vie aeree, della durata di almeno 10 secondi. Molto spesso la persona che ne soffre non ne è consapevole; sono piuttosto, le conseguenze sulle prestazioni della giornata diurna, con un calo delle performances sociali e lavorative a causa della sonnolenza o dell’eccessiva stanchezza durante il giorno ad allarmare il paziente e a spingerlo a interrogarsi e ad andare dal medico.
Più frequentemente è il partner che per primo lamenta il forte russamento intermittente.
Durante il sonno i polmoni cercano di espandersi, ma non ci riescono a causa dell’ostruzione del passaggio dell’aria nelle prime vie respiratorie.
Le apnee ostruttive sono un grande sforzo per l’organismo: il battito cardiaco accelera, l’ossigeno nel sangue diminuisce, la pressione arteriosa aumenta e il sonno diventa più superficiale, quindi non permette al paziente un riposo adeguato.

Più volte abbiamo ribadito, nel nostro blog, un concetto fondamentale: il sonno è importantissimo per la nostra salute.
I sintomi che vi abbiamo descritti per l’OSAS possono essere fastidiosi o del tutto silenti. Ma non per questo vanno sottovalutati! Soprattutto perché le conseguenze di un sonno disturbato da apnee non sono solo l’eccessiva sonnolenza e stanchezza, ma anche e soprattutto un aumentato rischio di patologie cardiovascolari acute (come l’infarto), la ridotta capacità di memoria e concentrazione, il rischio di errori sul lavoro e la ridotta capacità di funzionamento sociale. Pensate poi che, nell’Unione Europea la sonnolenza è responsabile del 30% dei casi di incidente stradali su tutte le strade; in Italia la stima per la sola rete autostradale è del 22%.
Ma il sonno ha funzioni più ampie per il nostro cervello: di conservazione dell’energia, termo-regolatoria, di integrità neuronale, di consolidamento della memoria; non solo, una deprivazione a lungo di una buona qualità del sonno porta a gravissime conseguenze sulla salute: sul sistema cardiocircolatorio, sul sistema immunitario, sul rischio di diabete di tipo 2 e malattie croniche di vario tipo.

E’ importante sapere che assumere dei comportamenti corretti può aiutarci ad affrontare o prevenire un problema come l’OSAS che può essere a lungo andare davvero rischioso per la nostra salute.

Il primo consiglio che vi invitiamo a seguire, riguarda le abitudini alimentari:  mangiare la sera molto prima di andare a letto e seguire un’alimentazione leggera serve a digerire bene ed evitare che la digestione vi impedisca una dormita giustamente ristoratrice; è un accorgimento non impegnativo che potrebbe aiutarvi tantissimo; anche evitare di bere alcol nelle ore serali vi aiuterà a respirare meglio nel corso della notte;  anche smettere di fumare sarebbe una idea grandiosa! ci rendiamo conto che possa essere scomodo e laborioso, ma le vostre vie respiratorie ne trarranno grosso beneficio; curate bene il reflusso gastrico, un problema molto comune , e infine assumete una postura adeguata: dormire su un fianco è sicuramente la posizione migliore che riduce il rischio di fare apnee! Infine, importantissimo, mantenete una buona forma fisica…  o almeno una forma fisica accettabile! L’obesità è nemica della salute e per respirare bene è necessario perdere peso!

Per il nostro equilibrio psicofisico sono importanti tantissime cose. Ma fino ad oggi l’importanza di una sana dormita è sempre stata sottovalutata; sembra quasi che meritarsi un giusto sonno sia una cosa solo per pigri e dormiglioni!

Ma noi ve lo diciamo a gran voce: dormire bene è vivere bene.
Godetevi le vostro 8 ore di sonno al meglio; se non ci riuscite abbastanza, chiamateci. Noi siamo qui per farvi beare della bellezza di un cuscino comodo, un caldo piumone e un materasso accogliente.
Buon riposo a tutti voi.

Un pensiero riguardo “Sindrome da apnee ostruttive del sonno:

  • 28 Gennaio 2021 in 10:04
    Permalink

    Molto interessanti i video, peccato che siano in lingua imglese. E molto interessante anche l’articolo sulle apnee ostruttive.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *