Estate!!!

Per quanto il sopraggiungere dell’estate sia sinonimo di anarchia per il mio umore e il mio fisico, l’arrivo di questa fantastica stagione segna l’arrivo di quel periodo dell’anno in cui stare all’aperto e farmi accarezzare dal vento significa sentirmi bene e sentirmi libera. Che per una abituata a sentire sempre, in ogni situazione, quella punta di insoddisfazione continua, non è male.
Perciò lavorare in un appartamento con dei bellissimi balconi è una vera manna dal cielo.
Mi basta affacciarmi, guardare il cielo blu, sentire i capelli mossi dal vento per farmi stare bene.
Mi fa sempre strano essere a Torino in questo periodo.
1200 km più in giù, a casa mia, c’è il mio piccolo angolo di mare, controllato a destra e sinistra dalle torri, così mostruosamente familiare ai miei occhi, che non riesco mai ad interpretare bene il suo ruolo nella mia vita e il suo posto nei miei pensieri.
È un panorama così monotamente uguale a sè stesso, che una parte di me è sempre tentata di considerarlo noioso.
Eppure so bene che non esiste nessun altro posto al mondo che mi fa sentire tanto in pace con me stessa; la giostra rumorosa dei pensieri inizia a rallentare già quando dal finestrino della macchina entra l’odore di salsedine e fiori selvatici; ma è solo quando sono in acqua, quando il cielo e il mare diventano dello stesso colore, quando tutto intorno c’è silenzio che il mondo si ferma per me: all’improvviso tutto per me ha senso; magicamente scompare l’inquietudine; la volontà di spremere ogni momento, senza sprecarne nessuno nell’inconsapevolezza.
Ed è buffo. Perché se nella vita di tutti i giorni cerco di non farmi trascinare dalla corrente, è solo quando abbraccio la placidità di quella marea dolce e delicata e mi ci cullo senza alcuna pretesa che mi sento immersa e sommersa dal senso della vita che tanto sto in giro a cercare altrove.
È tutto così chiaro e così semplice che potrebbe finire tutto lì.
Ma chissà perché mi condanno ad un viaggio irrequieto che finge benissimo di non sapere la sua vera destinazione.
Con questa pippa mentale che mi sa tanto di ciclo in arrivo vi saluto, oh miei cari.
Buon weekend.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *